Scrittori
sezione di
www.softwareparadiso.it
software, servizi, informazioni sull'edilizia e la casa
 
Casa editrice senza contributi: Zandeg¨

Valutazione della casa editrice Zandeg¨

La casa editrice denominata Zandeg¨ Editore nasce nel maggio del 2005. Pubblica narrativa surreale e divertente.
Questa Ŕ la triste pagina del loro sito in cui annunciano la chiusura della casa editrice:

"Zandeg¨, dopo 5 anni di lavoro, senza mai prendere un soldo dagli autori e battendosi strenuamente contro l’editoria a pagamento, ha chiuso nel luglio 2010.

Mi sono scontrata, e Zandeg¨ con me, con le difficoltÓ economiche, con la crisi, con un generale e spero risolvibile in tempi brevi abbrutimento culturale italiano e con la miopia degli operatori del settore che, nonostante i successi, non mi hanno mai agevolato."

Parole amare che dimostrano come sia difficile pubblicare libri in Italia e riuscire a sopravvivere in quanto realtÓ economica.

Nostro giudizio 
Il giudizio Ŕ positivo.
Ma come, si dirÓ, una casa editrice che chiude? E a chi mandare il proprio manoscritto?
Un atto non solo di sfiducia e di forza maggiore, quanto un gesto di ribellione: il sito, difatti, Ŕ ancora attivo e dimostra che una speranza vive nel cuore di Marianna Martino che ha scritto una bellissima lettera di commiato. Che tutto possa ricominciare e ripartire pi¨ rapidi e con maggiore entusiamo di prima. 
Mentre si sperperano denari pubblici per le pi¨ sciocche attivitÓ, chiamate erroneamente culturali, bisogna assistere alla morte di una casa editrice che non aveva mai chiesto un soldo agli esordienti?
E la cultura dove sarebbe, dove gli incentivi che premiamo chi vale, chi meritÓ? Mentre l'economia mondiale va a rotoli?
Nel paese che a detta di tutti Ŕ quello che contiene l'ottanta per cento delle ricchezze culturali mondiali? Non anche la letteratura?

Torna all'elenco di case editrici che non chiedono contributo.