Scrittori
sezione di
www.softwareparadiso.it
software, servizi, informazioni sull'edilizia e la casa
 
Casa editrice senza contributi: Clio

 
Valutazione della casa editrice Clio

La casa editrice denominata Edizioni Clio ha sede a Milano, in Lombardia. Fa parte, come pure la sigla Europass, della casa editrice Giuseppe Pincipato.
Pubblica libri scolastici e per la didattica, testi in inglese, narrativa.
Dalla pagina delle informazioni, difatti, abbiamo prelevato quanto segue:

"La storia della Casa Editrice Giuseppe Principato, oggi società per azioni, è ultra centenaria.
La casa editrice è nata infatti nel 1887 a Messina, per iniziativa del ventinovenne Giuseppe Principato.
...
Da Messina, dopo una breve parentesi romana, nel 1926 la sede della casa editrice viene trasferita a Milano: prima in via Manzoni, poi in corso Concordia (dove è portata anche la tipografia) e infine in via Fauché 10 (dove tra l’altro, nella fase culminante della Resistenza, Concetto Marchesi organizzò riunioni clandestine di importanti esponenti del movimento di liberazione: tra questi, oltre allo stesso Marchesi, Lelio Basso, Alessandro Casati, Riccardo Lombardi e Adolfo Tino).
...
È in via Fauché che ancora oggi si lavora per proporre alla scuola italiana libri di testo di qualità: strumenti rigorosi, aggiornati e didatticamente adeguati a promuovere la crescita culturale e la capacità critica dei nostri studenti. "

Questi sono gli indirizzi dell'editore:

"Via G.B. Fauché n. 10
20154 Milano
tel. +39 02312025
tel. +39 023315309
fax +39 0233104295
mail info@principato.it
mail info@edizioniclio.it"

Non abbiamo trovato, nel sito di questa casa editrice, nulla più che potesse essere interessante per gli autori e i manoscritti.  Che voglia proporsi, con testi che riguardano gli argomenti trattati nel catalogo, deve, pertanto, chiedere via email o per telefono. Tuttavia si poteva indicare che come comportarsi con due frasi sulla stessa pagina degli indirizzi.

Nostro giudizio
Il giudizio, per quanto detto sopra, è negativo.
L'obiettivo delle nostre recensioni, come andiamo dicendo spesso, a scanso di equivoci spiacevoli, è di fornire un consiglio utile ai nuovi autori e a chi abbia un manoscritto da presentare agli editori senza dover pagare alcun contributo.
Non abbiamo nulla da dire, pertanto, sulle altre attività, degne di rispetto, di questa come delle altre case editrici.

Torna all'elenco di case editrici che non chiedono contributo.