Studio tecnico online
sezione di
www.softwareparadiso.it
software, servizi, informazioni sull'edilizia e la casa
 
Codice Civile
(Degli effetti del possesso)
 Articoli riportati: 
Art. 1148 - Acquisto dei frutti 
Art. 1149 - Rimborso delle spese per la produzione e il raccolto dei frutti 
Art. 1150 - Riparazioni, miglioramenti e addizioni 
Art. 1151 - Pagamento delle indennitÓ 
Art. 1152 - Ritenzione a favore del possessore di buona fede 
Google 
 
Web  www.softwareparadiso.it 
 INDICE LEGGI
Approfondisci con la giurisprudenza sul tema
 
 
LIBRO TERZO 
DELLA PROPRIETA' 
TITOLO VIII 
Del possesso 
CAPO II 
Degli effetti del possesso 
SEZIONE I 
Dei diritti e degli obblighi del possessore nella restituzione della cosa

Art.1148 - Acquisto dei frutti- Il possessore di buona fede fa suoi i frutti naturali separati fino al giorno della domanda giudiziale e i frutti civili maturati fino allo stesso giorno. Egli, fino alla restituzione della cosa, risponde verso il rivendicante dei frutti percepiti dopo la domanda giudiziale e di quelli che avrebbe potuto percepire dopo tale data, usando la diligenza di un buon padre di famiglia. 

Art.1149 - Rimborso delle spese per la produzione e il raccolto dei frutti - Il possessore che Ŕ tenuto a restituire i frutti indebitamente percepiti ha diritto al rimborso delle spese a norma del secondo comma dell'art.821. 

Art.1150 - Riparazioni, miglioramenti e addizioni - Il possessore, anche se di mala fede, ha diritto al rimborso delle spese fatte per le riparazioni straordinarie. 
Ha anche diritto a indennitÓ per i miglioramenti recati alla cosa, purchŔ sussistano al tempo della restituzione. 
L'indennitÓ si deve corrispondere nella misura dell'aumento di valore conseguito dalla cosa per effetto dei miglioramenti, se il possessore Ŕ di buona fede; se il possessore Ŕ di mala fede, nella minor somma tra l'importo della spesa e l'aumento di valore. 
Se il possessore Ŕ tenuto alla restituzione dei frutti, gli spetta anche il rimborso delle spese fatte per le riparazioni ordinarie, limitatamente al tempo per il quale la restituzione Ŕ dovuta. 
Per le addizioni fatte adl possessore sulla cosa si applica il disposto dell'art.936. Tuttavia, se le addizioni costituiscono miglioramento e il possessore Ŕ di buona fede, Ŕ dovuta un'indennitÓ nella misura dell'aumento di valore conseguito dalla cosa. 

Art.1151 - Pagamento delle indennitÓ - L'autoritÓ giudiziaria, avuto riguardo alle circostanze, pu˛ disporre che il pagamento delle indennitÓ previste dall'articolo precedente sia fatto ratealmente, ordinando, in questo caso, le opportune garanzie. 

Art.1152 - Ritenzione a favore del possessore di buona fede - Il possessore di buona fede pu˛ ritenere la cosa finchŔ non gli siano corrisposte le indennitÓ dovute, purchŔ queste siano state domandate nel corso del giudizio di rivendicazione e sia stata fornita una prova generica della sussistenza delle riparazioni e dei miglioramenti. 
Egli ha lo stesso diritto finchŔ non siano prestate le garanzie ordinate dall'autoritÓ giudiziaria nel caso previsto dall'articolo precedente.