Casa dolce casa
blog di
www.softwareparadiso.it
software, servizi, informazioni sull'edilizia e la casa
 

           ------------------------------------------------------------
           Clicca qui per il login oppure qui per registrarti.
           ------------------------------------------------------------

Il TAV e una politica organica sulle costruzioni


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

A favore e contro il treno ad alta velocità si esprimono, secondo le circostanze, un po’ in vari partiti politici. Come sul ponte sullo stretto di Messina. Si parla di tempo di crisi, di opere inutili, di perdite di denari, rispetto ai benefici, e di paesaggio. Nessuno che faccia un discorso organico sulle nuove costruzioni, che debba comprendere non solamente grandi opere pubbliche, quanto pure quelle private. Vediamo se altri hanno il coraggio di dire ciò che si sostiene in questo articolo.

Parliamo dell’Italia, per non ingigantire il ragionamento. Dunque, il medioevo ha fatto tutto ciò che vediamo nel nostro paese, le città, soprattutto. Di abitazioni c’è stato ancora bisogno grazie all’aumento della popolazione, di fabbriche con l’avvento dell’energia elettrica. Poi? Oggi non esiste più un aumento di popolazione. Semmai bisognerebbbe pensare a come evitare che essa, altrove, continui ad aumentare. La terra non è sufficiente per più di quanti già siamo. Che ragione c’è di continuare a costruire? Sì, proprio a costruire, non soltanto linee TAV e ponti e strade, quanto proprio case, che non occorrono per la gente che non c’è? Ci vorrebbe una moratoria, se non proprio una legge che tratti del divieto delle nuove costruzioni, quando non estremamente necessarie. Quanti fabbricati pubblici si vedono abbandonati? E quante case sfitte e quanti centri urbani disabitati?

Certo, il secondo punto è un riequilibrio territoriale. Esso sarebbe possibile solamente se si pensa a un coefficiente di zona, come è stato illustrato in un altro articolo di questo blog. Potrebbe essere la politica organica di Grillo, quella che, per ora, non ha il suo movimento.

Non sarebbe, logicamente, possibile bloccare l’industria edilizia in questa maniera. Ci sono, però, tantissimi lavori da fare su ciò che esiste: le manutenzioni, le ristrutturazioni e, soprattutto, le opere per rendere questa nostra nazione più sicura contro i terremoti, se non contro le inondanzioni e le frane. Il risultato sarebbe di molti meno lutti e di tantissimi risparmi rispetto alle ricostruzioni dopo gli eventi distruttivi.

Basta così. Pochi principi che siano tra loro organici. Del resto nel mondo del digitale è anche incredibile che ci si debba affidare a una comunicazione ancora di mentalità ottocentesca. Le merci? E per quale motivo dovrebbero essere ancora di più e più rapide di quanto non siano oggi? Si cresce soprattutto nello spirito, non nell’aumento dei consumi. Quando ci sono popoli, nel mondo, che hanno ancora sete e fame.

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il loggin.


18446744073709551615
Deprecated: Function split() is deprecated in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\cache.php on line 215

Deprecated: Function split() is deprecated in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\cache.php on line 215