Casa dolce casa
blog di
www.softwareparadiso.it
software, servizi, informazioni sull'edilizia e la casa
 

           ------------------------------------------------------------
           Clicca qui per il login oppure qui per registrarti.
           ------------------------------------------------------------

Archivio di Agosto 2009

La storia (La fiera di sant’Antonio)

Lunedì 31 Agosto 2009

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Ringrazio coloro che mi hanno scritto per chiedermi se fosse una storia vera, come pure è indicato nel romanzo. Rispondo anche qua così ognuno può leggere.

Si tratta di un fatto realmente accaduto. Per√≤ posso anche aggiungere una seconda riflessione. Ossia che non sia possibile chiedere a un autore dove √® iniziata la sua opera di fantasia, dove si √® fermata la realt√† e dove parte l’invenzione. Nessuno risponder√† come si crede. Come si pu√≤ pensare, perch√© per il romanziere √® tutto vero oppure tutto finto, allo stesso tempo e non ve ne render√† ragione.

Nel caso specifico assicuro, comunque, che la stragrande maggioranza dei fatti descritti appartengono alla storia.

Un libro per l’estate

Sabato 8 Agosto 2009

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

E’ intitolato La fiera di sant’Antonio. Si legge bene, veloce e interessante. Comincia con il 997 e la vita di allora, poi un delitto punito. Ma quella ragazzina violentata non riposa, la sua storia si tramanda di padre in figlio, poi √® scritta su una pergamena che nessuno legge fino ai nostri giorni. E ci vuole un terremoto che lesiona la biblioteca di un monastero. Allora due studiosi la riportano alla luce. Viene pubblicata, proprio nelle coincidenze di una fiera di paese, il 13 giugno, adesso come allora, dopo una visita del frate santo in quel posto sperduto tra le montagne.

E lei, la bambina del 997, può riposare in pace.


18446744073709551615