Casa dolce casa
blog di
www.softwareparadiso.it
software, servizi, informazioni sull'edilizia e la casa
 

           ------------------------------------------------------------
           Clicca qui per il login oppure qui per registrarti.
           ------------------------------------------------------------

Archivio di Dicembre 2006

attenti al capital gain

Martedì 26 Dicembre 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Chi opera in borsa deve prestare bene attenzione alle vendite ed agli acquisti. Un altro esempio di come la normativa sulla compensazione delle tasse sui guadagni e sulle perdite sia stravagante è data dal seguente fatto: puoi detrarre le perdite dal capital gain (dai guadagni) solo se hai effettuato le operazioni che hanno generato perdite precedentemente quelle che hanno generato guadagni. Se non è così si pagheranno comunque le tasse sul guadagno realizzato.

Le perdite possono essere portate in detrazione dei guadagni solo per 5 anni (quello in cui si è avuta la perdita ed i 4 anni successivi).

Insomma lo Stato incassa sempre, i poveri operatori di borsa pagano sempre, o quasi.

conservazione del riso integrale

Sabato 16 Dicembre 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Il motivo per cui il riso integrale deve essere consumato tutto nel giro di poche settimana risiede nel fatto che esso tende a deperirsi perch√® √® un prodotto “vivo”. I grassi esterni possono irrancidirsi e far deteriorare tutto il chicco. Dunque quando √® caldo √® opportuno conservarlo direttamente nel frigorifero.

la cottura del riso

Sabato 16 Dicembre 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Per cuocere con celerit√† il riso integrale, in pochi minuti invede dei tipici 20 minuti, √® possibile metterlo a bagno per almeno 12 ore, quindi la sera prima di cucinarlo, nella stessa pentola che andra poi messa sul fuoco. Non bisogna cambiare l’acqua per non disperdere le sostanze nutritive (sali minerali e vitamine).

il riso vecchio

Sabato 16 Dicembre 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Per verificare se il riso sia ancora in perfetto stato di conservazione, e quindi ancora ben commestibile, esiste un metodo molto semplice: basta passare con la mano sui chicchi e controllare che non resti traccia di farina bianca sulle dita. Se è così, cioè se la mano si impolvera, vuol dire che si tratta di riso vecchio.

la conservazione del riso

Sabato 16 Dicembre 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Il riso, per evitare le farfalline alimentari che in genere possono formarsi dentro gli alimenti del tipo dei cereali,, deve essere conservato in un luogo fresco, ben aerato e non umido. In questo modo pu√≤ essere conservato tranquillamente per un anno. Naturalmente non si parla del tipo messo sottovuoto dove l’umidit√† non pu√≤ penetrare.

come trattare il riso in cucina

Sabato 16 Dicembre 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

In cucina il riso bianco non deve mai essere lavato, a meno che non lo si cuocia a vapore, nel qual caso viene resa pi√Ļ facile la cottura. Esso nell’acqua, durante il lavaggio,¬† perde i sali minerali e le vitamine, almeno in parte, e diventa meno prezioso di quanto non lo sia. Vi √® anche un altro motivo tecnico: se si lava il riso esso tende a non restare integro nella forma durante la cottura normale.

Direct Marketing: un contatto mirato

Mercoledì 13 Dicembre 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Questo servizio √® delle Poste Italiane, praticamente “distribuzione di materiale infomativo e pubblicitario con analisi di geomarketing e dei bacini di utenza”. Ma mi chiedo se sia rispettato il diritto alla riservatezza del propriop indirizzo quando vengono inviate queste corrispondenze non richieste.

In questo caso la legge esiste eccome, forse anch etroppo rigida, almeno sulla carta, ma poi a me arrivano carte tutti i giorni che il pi√Ļ delle volte servono solo a farmi dispiacere per quanto spreco ri risorse naturali hanno generato. La carta si ricava dagli alberi e meno male che questi crescono e ripopolano i boschi, altrimenti la terra sarebbe gi√† un deserto.

Invece si continua ad inviare carte di marketing: non proprio che mercato dovrebbero sviluppare queste pubblicit√† indesiderate. Non pensano alle Poste Italiane, ma ancor pi√Ļ le aziende che ad esse si affidano, che se da un lato la pubblicit√† √® l’anima del commercio dall’altro pu√≤ anche costituire la rovina di una societ√†? Certo che s√¨. E non parlo delle spese, che talora sono irrisorie rispetto al bilancio annuale, ma proprio per l’immagine che si crea nella gente.

Che facciano come credono, ma che non mi rompano l’anima…

guadagni facili

Mercoledì 13 Dicembre 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Un’altra idea da eliminare dalla mente di chi naviga nella rete √® quella che ci possano essere guadagni facili. Nessuno pu√≤ offrire qualcosa per nulla in cambio nel campo del commercio, quindi per prima cosa non bisogna credere alle chiacchiere. Molti siti offrono lavoro a casa, telelavoro, centinaia di dollari o euro al giorno dedicando poche ore di lavoro nei ritagli di tempo e stupidaggini simili. Promettono che non si anticipi nemmeno un euro in cambio di scritti, documenti, libri e idee ingegnose che annunciano come fare per guadagnare in poco tempo stipendi assurdi e fortune in denaro.

E’ un p√≤ come coloro che si vantano di poter far dimagrire in pochi giorni decine di chili di peso: sono tutte menzogne, ma internet ne √® pieno e bisogna farci il callo finch√® non interviene una legge che dovrebbe essere, secondo la mia esperienza, di tipo transnazionale, proprio come √® la rete.

Viceversa internet consente di poter impostare anche una professione, ma occorre lavoro, pazienza, studio, applicazione e preparazione tecnica. Insomma tutto ci√≤ che serve anche nella vita all’aria aperta di tutti i giorni nelle nostre citt√†. Se qualcuno si arricchisce rapidamente di l√† √® come quando un altro si arricchisce in poco tempo di qua: quasi solo questione di fortuna, il resto √® duro e serio lavoro.

i pazzi di internet

Mercoledì 13 Dicembre 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Duole dover considerare che sulla rete girano, oltre alla stragrande maggioranza di persone serie, oneste e civili, una serie di personaggi che non si sa bene se definirli delinquenti o pazzi o un p√≤ dell’uno e dell’altro. Mi voglio riferire a questi ultimi in questo articolo.

L’esperienza insegna che se ci si ferma su una chat per semplicemente discutere di un argomento, anche se tecnico, spesso ci si imbatte in soggetti che, all’apparenza normali e ordinati mentalmente, poi si rivelano intriganti e subdoli. Alla fine i loro obiettivi sono ben diversi da quanto sembrava: donne che tentano di sfasciare le famiglie o che cercano mariti o amanti, menti labili che non sanno che cosa vogliono, persone che dubitano di tutto e di tutti. I comportamenti, inizialmente corretti, diventano sempre pi√Ļ aggressivi e meno male che si tratta solo di parole.

Ma alla fine il risultato √® sempre lo stesso: internet viene ogni giorno di pi√Ļ massacrato da utenti inadatti alla portata del sistema. I politici non si accorgono di che palla al piede sono quei personaggi ed il loro modo irresponsabile di agire nei confronti della rete e di chi con essa ci vive, o tenta di poterci vivere.

La conclusione è che bisogna avere sempre gli occhi aperti: purtroppo a causa di pochi la fiducia si smarrisce nei confronti di tutti.

la spazzatura

Mercoledì 13 Dicembre 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Mi chiedo che cosa succede se un tizio qualsiasi e sconosciuto apre la porta di casa nostra, butta dentro dell’immondizia e poi se ne va indisturbato per la sua strada. Nessuno gli dice nulla? Esiste una legge per cui lo si possa rintracciare e punire?

Certo che sì. Si fa una bella denunzia contro ingoti, se non lo si conosce, o contro la data persona. Tramite le testimonianze si riuscirà ad inviduarle il colpevole e procedere contro di lui per il reato commesso: potrebbe essere violazione di domicilio.

Trasportiamo questo ragionamento su internet.

Ogni giorno arrivano immondizie sulle nostre email e gli autori gironzolano indisturbati sulla rete. A chi si denuncia il fatto? Alla Polizia Postale? Qualcuno mi dica se √® riuscito a far condannare un tale disturbatore…

Cos√¨ si va avanti in internet, ancora senza regole precise. Chi non ha visto in TV quella tizia che vendeva sulla carta orologi Rolex? Si √® anche vantata in un’intervista televisiva che non ha mandato nulla a nessuno e non ha una lira per rimborsare i truffati.

Per me questo è uno schifo. Dovrebbe esserci un nuovo reato: tipo attentato alla civiltà o una cosa del genere, perchè chi danneggia la rete danneggia un intero popolo.


18446744073709551615