Casa dolce casa
blog di
www.softwareparadiso.it
software, servizi, informazioni sull'edilizia e la casa
 

           ------------------------------------------------------------
           Clicca qui per il login oppure qui per registrarti.
           ------------------------------------------------------------

Archivio della Categoria 'Narrativa'

Editoria a pagamento e furfanti

Giovedì 7 Marzo 2013

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Premesso che non tutti gli editori che chiedono un contributo agli autori siano dei furfanti, per evitare subito degli equivoci spiacevoli, bisogna tuttavia convenire che si nascondono dei veri e propri ladri dentro una tipologia del genere. Come? Basta fare un po’ di conti. Ci sono editori, che sarebbe bene non si chiamassero tali, che a fronte di una richiesta di denaro che arriva anche a 5000 (cinquemila) euro per lo scrittore, (talora sotto forma di acquisto delle copie del libro), dichiarano di essere disposti a pubblicare un dato manoscritto. Certo è che con 5000 euro, senza considerare che nessuna lettura e correzione del testo viene fatta, si potrebbero far stampare anche 1000 (mille) copie da una normale tipografia. E quindi vendersi da soli il tutto. Il risultato è che tali editori, di cui qui si vuole parlare, trattengono molto più di quanto, eventualmente, dovuto per stampa e pubblicazione di poche decine di copie, come è palese dai tantissimi commenti di autori che hanno sborsato soldi.
Insomma un autore, specie se inesperto, si trova a non capire come funziona questo mercato delle illusioni. Cosicchè cede, spesso, alle lusinghe e invia denaro che non sortirà nessun effetto. Che cosa occorre? Una legge che vieti una volta per tutte la pubblicazione a pagamento, qualora ci sia il nome di un dato editore sul libro stampato. Sarà possibile l’autopubblicazione, come si può fare sul sito di Lulu senza spendere un centesimo, ma non la finta edizione di un manoscritto. Soprattutto gli esordienti devono essere protetti dalle grinfie di questi signori della rete che pensano di essere nella legge e, invece, truffano il prossimo. Vedremmo scomparire coloro che vendono bugie e restare, invece, chi lavora con l’autore con un fine ben più onesto e nobile.

Che ci pensi Grillo, che solo lui ne può essere capace.

L’editor delle case editrici

Domenica 16 Settembre 2012

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Mi è capitata questa disavventura con una casa editrice qualche tempo fa. Inviai un romanzo per una eventuale pubblicazione. La risposta fu che era di qualità, che la storia era interessante, ecc. Tutti commenti che fanno coloro che vogliono prendere all’amo un altro cliente, non un autore, per fargli pagare qualcosa per la sua stessa pubblicazione. Poi c’era una postilla del genere: “Abbiamo riscontrato, comunque, molti errori, soprattutto nelle caporali basse che mancano del tutto in molti dialoghi nel testo…” e altre cosette che riguardavano errori di scrittura.

Mai che l’editor, se così bisogna chiamare chi legge e corregge un manoscritto, si fosse accorto che quella fosse una caratteristica dell’autore, che non tutto fosse effettivamente dialogo, ma molti solamente pensieri inespressi o dialoghi che si sarebbero fatti se ci fosse stata, in qualche modo, possibilità. Insomma un tipo di linguaggio dell’autore. Anche per alleggerire la narrazione e renderla più vivace, meno monotona. Per niente difficile da capire.

Errori? Questo dimostra come ci sia ridicolaggine, come spesso vado dicendo, nella lingua scritta, molto più della parlata dove ti puoi aiutare con il tono della voce, con le pause, con gli occhi, le espressioni del viso e i comportamenti. Non basta soltanto il contesto, come si suol dire. E come, pure, ciò che si scrive, si presta a eccessive interpretazioni per cui, spesso, un editore prende fischi per fiaschi e pubblica sciocchezze o manda al mittente proposte interessanti. Le case editrici, vedi quante ce ne sono che chiedono contributi agli autori stessi, non credono nel talento, né lo sanno riconoscere, e cercano di pubblicare ciò che commercialmente e soltanto così, possa garantire, secondo loro, un ritorno economico.

Non voglio affatto dire che quel mio romanzo sia chissà che cosa, quanto che gli esordienti debbano stare con gli occhi aperti e non farsi ammaliare dalla proposta editoriale, come la chiamano coloro che sperano di guadagnare da autori sprovevduti. Allora come fare a pubblicare un libro? Ci vuole anche fortuna, oltre che tenacia. Meglio avere nel cassetto un manoscritto inedito che darlo alle stampe versando denaro. Se proprio si vuole un libro su carta, ci sono i sistemi in rete che ti consentono di avere una copia con pochissimi euro, se non addirittura gratis. Venderlo a molti, è tutta un’altra storia che, quasi sempre, dipende dalla pubblicità dell’opera, non dal contenuto.

Zanna bianca di Jack London

Venerdì 1 Ottobre 2010

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Un libro che è un capolavoro della letteratura mondiale. Come vede il mondo un canelupo, gli dei, gli uomini bianchi ai quali bisogna ubbidire. E la sua natura selvaggia.

Il romanzo fu scritto prima dei trent’anni dell’autore, visto che fu pubblicato nel 1906 e lui era nato nel 1876. Per questo molto interessante per maturità e ambiente, anche psicologia, seppure sia solo descritta e non approfondita come per gli umani. Dalla parte del cane, come disse mia figlia di 12 anni quando lesse il racconto. Ed è proprio così che questo libro si è conquistata la fama mondiale che ammassò nelle tasche di Jack London quel milione di dollari che lo avrebbe portato, credo, alla fine, al suicidio. Se è vero che la sua vita cambiò e nella sua stessa intensità divenne tragica. a soli quarant’anni.

Ci resta questo scritto, non eccelso come storia, ma immenso come approccio al modo di raccontare. Divino, direi, nella selva di romanzi da quattro soldi che ci sono oggi. Zanna bianca resiste da un secolo e il suo insegnamento è tuttora valido.

L’ombra di Edgar

Martedì 10 Agosto 2010

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

E’ un libro di Mattew Pearl, che nel dialetto di Milano potrebbe anche indicare, con una buona approssimazione, il valore dello scrittore. No, perché il romanzo è piuttosto noioso nonostante la moltitudine di avvenimenti che sanno parecchio di storia a fumetti e molto poco di letteratura. Poi una investigazione sulla morte del povero Edgar Poe che morì in circostanze non chiare sembra come se si scavi nella melma che ricade, appena quella si sposta dal fosso. Tanto che alla fine il Pearl deve fare una serie di salti mortali per spiegare. Per giungere a una qualche conclusione. Ma quanto sforzo!

Il linguaggio non è particolarmente affascinante e il racconto spesso confuso e pesante. Probabilmente avrebbe voluto farne un film di azione, ma scrivere una storia è un’altra cosa da una sceneggiatura. Insomma ho finito di leggere questo libro per vedere dove voleva arrivare il suo autore. Da nessuna parte: voto mediocre.

Zibaldino di Leonardo Cammarano

Martedì 18 Maggio 2010

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Quando s’incontrano nuove persone è difficile pensare che siano di quelle che, nella vita, si possono contare sulle dita di una mano: uniche. Perciò Leonardo Cammarano, data anche la sua estrema umiltà, si nascondeva tra i sorrisi e le parole. Poi mi ha regalato un suo libro: ZIBALDINO. Che ho letto con grandissimo piacere. Ed allora è venuta fuori la sua fantasia, la sua ironia, la sua vasta cultura e non solo la sua filosofia. Ma soprattutto la saggezza di chi ha attraversato il tempo e, dice lui, non se n’è accorto. E allora la meraviglia che un simile personaggio, che lo abbia avuto vicino pochi chilometri, lo abbia conosciuto solo adesso che anche io mio avvio alla vecchiaia.

Il suo libro è meraviglioso, scritto con penna leggera e scorrevole, precisa, arguta, comica, artistica. Perché Leonardo è un pittore e sa dipingere anche con le parole.

Da leggere. Ottimo.

La sorella di Mozart

Sabato 1 Maggio 2010

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Il romanzo, scritto da Rita Charbonnier, italianissima, parla della vita della sorella del grande musicista e di come sia rimasta nell’ombra nonostante abbia avuto un talento musicale grandissimo. Non sappiamo se migliore del fratello più conosciuto o se, magari, fosse stata lei stessa che scriveva gli spartiti suonati da lui.

Il libro è scritto con un linguaggio gentile e si respira sempre l’aria di note e composizioni, fin dalle prime pagine. Una caratteristica non facile da trovare nei romanzi. Ossia che abbiano un determinato argomento e che offrano, al lettore, una coerenza di esso con lo stile e il racconto. Qui avviene. Se ci fosse stata qualche ipotesi, seppure generata dalla fantasia della scrittrice, si sarebbe gustato meglio, ritengo, ma nel complesso la storia e il modo in cui sono presentati appaiono più che positivi.

Mille giornate belle

Giovedì 29 Ottobre 2009

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Te ne accorgi quando non ci sono più, quando appartengono al passato, quello tranquillo e spensierato. Allora le sai esaminare e descrivere come non mai: belle, appunto. E il romanzo si snoda attraversando un’intera gioventù, fino alla maturità, con qualche rimpianto di uno di noi. Insieme di nuovo, alla fine, amici come sempre.

Una vita in un attimo

Giovedì 29 Ottobre 2009

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

La genesi di questo libro è dovuta a una mia vecchia idea per cui il tempo non esiste. Noi abbiamo sempre la stessa età e cambiano tante poche cose che restiamo sempre uguali, per tutta la vita. In quell’attimo che si pensa è possibile che scorrano anni e decenni. Così si possono raccontare. Nell’attimo che passa tra la vista di un camion che arriva addosso e il ricordo di quanto trascorso dall’infanzia a quel punto. Ecco.

Solo e pensoso

Giovedì 29 Ottobre 2009

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Questo romanzo mi venne in mente mentre attraversavo, effettivamente, come raccontato, la strada che da mia madre portava a casa mia. Quando fui assalito da una bufera di neve e non vedevoi nulla intorno e mi sentivo solo al mondo. Che stranezza certe volte fa la neve e il vento. Allora pensai chissà che cosa poteva succedermi se, rientrato, non avessi trovato più la mia famiglia…

Niente di vero tranne gli occhi

Domenica 4 Ottobre 2009

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\functions-formatting.php on line 76

Il linguaggio di Faletti è sporco, e della cosa non vi è alcun bisogno per raccontare una storia qualsiasi. Gratuito e inopportuno. Naturalmente tale sua scelta porta anche a conquistare un certo tipo di pubblico, ma ne allontana sicuramente un altro. Personalmente, dopo poche pagine, ho dovuto abbandonare la lettura che mi schifava. Stessa cosa successa a mia moglie.

Giudizio negativo, nonostante sia un successo editoriale, a quanto si sente dire.


18446744073709551615
Deprecated: Function split() is deprecated in D:\inetpub\webs\softwareparadisoit\blog\wp-includes\cache.php on line 215