utenti online
www.softwareparadiso.it Forum Index
Forum
sezione di
www.softwareparadiso.it
software, servizi, informazioni sull'edilizia e la casa
 
 FAQFAQ   SearchSearch   MemberlistMemberlist   UsergroupsUsergroups   RegisterRegister 
 ProfileProfile   Log in to check your private messagesLog in to check your private messages   Log inLog in 
BRAIN SIMULATION = PC-ROBOT
Goto page Previous  1, 2, 3, 4, 5  Next
 
Post new topic   Reply to topic    www.softwareparadiso.it Forum Index -> Software tecnico
View previous topic :: View next topic  
Author Message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:18 am    Post subject: Reply with quote

Il PUNTO sulla linea degli infiniti concetti è il vettore di ingresso SKERM a 64 input.
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:19 am    Post subject: Reply with quote

Inseriamo 64 lettere per definire il concetto che il pc deve andare a pescare, infatti il concetto è un fenomeno di base letteraria che ha una risultante SKERM magnetica=numerica. Le lettere di concetto che andiamo ad inserire vengono disposte in logica random all’interno di matrice LETTERE (tutte da 64 lettere) e matrice TOTALE (composizione progressiva dei piani letterari: da 64 a 100 lettere in, solitamente, 7 estrazioni = profondità).
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:19 am    Post subject: Reply with quote

Nel procedimento cerebrale emulato la CONVERGENZA si può affermare che parta dalla fase di CORRELAZIONE degli input vocali e degli input SKERM, quindi si inizia a convergere istantaneamente dalla TEORIA DEI RAGGI che conduce alla definizione di NUMMIN e NUMMAX post compattazione. La suddetta teoria è POSIZIONALE, dato che non utilizza i codici softwaristicamente previsti, bensì utilizza, correla, le posizioni numeriche del vettore vocale con le matrici 3D. La convergenza della teoria dei raggi è L’INTERSEZIONE XZ che determina il PUNTO IOico TY cioè il VOCABOLO ISTANTANEO DI PRESENZA POSIZIONALE, quindi è un PUNTO (NODO) SU UN PIANO XZ ORIZZONTALE, quindi è l’INTERSEZIONE DI 2 LINEE, quella della lingua e quella del concetto.
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:20 am    Post subject: Reply with quote

La disposizione randomize a cui sono soggetti i 64 input SKERM sono la funzione logica del CONCETTO quindi la FORMA 3D di ciò che vogliamo andare a prelevare dalla memoria fotografica, quindi sono una IMMAGINE composta da NUMERI DI POSIZIONE che tra essi vengono CORRELATI e COMPATTATI x avere 2 punti di identica informazione numerica: il MIN ed il MAX.
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:20 am    Post subject: Reply with quote

Se cambia la combinazione 960 – 64 allora cambia il PUNTO DI INTERSEZIONE, cambia la COMBINAZIONE IOICA ISTANTANEA.
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:20 am    Post subject: Reply with quote

Un vettore vocale descritto in italiano è diverso da un vettore vocale in inglese e anche è diverso da tutti gli altri infiniti possibili linguaggi che pur descrivono la stessa identica cosa. Stessa cosa accade per il vettore SKERM che va a formare i 3D, quindi lo stesso concetto espresso in italiano, inglese, ... si forma in un modo sempre differente perchè cambia la combinazione alfa di ingresso e quindi di posizionamento nelle matrici.
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:21 am    Post subject: Reply with quote

La Parabola=Gaussiana (di estremi assiali PSX e pdx) che andiamo ad ottenere (1=INF^2 che è punto d’intersezione = nodo = Presenza) è posizionabile in INFINITI MODI dato che viviamo in uno spazio 3D: è un 1=INF di cui ancora dobbiamo tenere conto per determinare univocamente la POSIZIONE DELLA GAUSSIANA, descritta nella sua completezza dall’espressione 1=INF^3 (che è 1=INF^2 di Presenza e 1=INF di Posizione).
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:21 am    Post subject: Reply with quote

1=INF^2 --> Presenza --> Parabola (aperta) --> 2D
1=INF --> Posizione --> Retta (circuitale=chiusa=cerchio) --> 1D
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:22 am    Post subject: Reply with quote

E’ dalla macro trattazione che si riesce ad intuire il legame tra vettore vocale che scava in profondità Y (che aggiorna l’origine di 1° foto con una foto sempre più remota ad ogni istante che passa --> 1° foto = ultima foto, perchè -INF=+INF quindi statoaperto=statoaperto) e SKERM (effetto reattivo).
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:22 am    Post subject: Reply with quote

Valendo –INF=+INF, che comporta l’uguaglianza tra 1° e ultima foto, si ha che ad ogni istante presente si è sempre al TEMPO DEL ½. In questo modo da 3 immagini che influenzano l’IO magnetonico (una in PSX, una in pdx, una in PSX o pdx, a seconda se sono posizionato in PSX o pdx, ma nell’altro verso) si ottiene una deformazione dell’ IO magnetonico stesso, che produce il ricordo.
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:23 am    Post subject: Reply with quote

E’ da tale constatazione che si ha l’alternanza d’istante pari con istante dispari.
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:23 am    Post subject: Reply with quote

Se all’attuale istante presente ho un numero di immagini totale pari (da –INF a 0 che è il TEMPO DI ½) allora all’istante dopo lo avrò dispari perchè incrementato dell’unità di deformazione IOica (dato che l’immagine di –INF che va in origine la contai già al tempo remoto che fu quando la produssi).
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:24 am    Post subject: Reply with quote

Guadagno in un istante 2 immagini producendone una, perchè una è la novità d’istante presente di deformazione IOica, l’altra è qualcosa di ripescato in profondità remota che fu contata quando l’istante remotissimo fu vissuto come istante presente. E’ il famoso 2 piccioni con una fava. L’istante remoto dell’immagine pescata in profondità è un istante da cui passai e da cui adesso, pescando l’immagine prodotta in Esso, ripasso percorrendolo nuovamente: ho dovuto aspettare 1 giro macro perchè tornassi a quella foto, in questo modo sono riuscito a tenere insieme il mio tempo personale.
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:24 am    Post subject: Reply with quote

Il giro macro corrisponde ad infinito tempo che è trascorso, che è riuscire a congiungere l’istante presente con l’istante presente (che è tenere insieme il proprio tempo personale): abbiamo reso vera la relazione 0=INF dato che diventa ininfluente il verso su o verso giù. Diventa inevitabile un’ultima considerazione su ultima foto: ad ogni istante che trascorre tale immagine è sempre più lontana, sempre più verso +INF dato che il (–INF,+INF) si dilata costantemente.
Back to top
View user's profile Send private message
genoa
esperto


Joined: 01 Nov 2006
Posts: 492
Location: Genova

PostPosted: Sat Jan 27, 2007 9:25 am    Post subject: Reply with quote

Come dire che il futuro da sempre si allontana perchè il passato remoto costantemente è presente.
Back to top
View user's profile Send private message
Display posts from previous:   
Post new topic   Reply to topic    www.softwareparadiso.it Forum Index -> Software tecnico All times are GMT + 1 Hour
Goto page Previous  1, 2, 3, 4, 5  Next
Page 3 of 5

 
Jump to:  
You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot vote in polls in this forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group