utenti online
Indice del forum
Forum
sezione di
www.softwareparadiso.it
software, servizi, informazioni sull'edilizia e la casa
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 
condizioni di lavoro disagiate

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> CTU
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
ctmax
nuovo ospite


Registrato: 14/10/08 23:09
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Ven Apr 01, 2011 6:45 pm    Oggetto: condizioni di lavoro disagiate Rispondi citando

Sono un ctu e nel corso di una consulenza mi sono trovato davanti a questo dubbio .Il mio incarico consiste nel computare il costo di alcuni lavori di ristrutturazione. Sul prezziario delle mia regione si afferma che i prezzi riportati possono essere aumentati in presenza di lavori disagiati.Il cantiere in questione è raggiungibile tramite una strada pedonale lunga poco meno di 10 metri e dopo questa è presente una strada regolarmente carrabile che puo essere percorsa dal camion della impresa.Una delle parti in causa mi ha richiesto di maggiorare i prezzi sostenendo che la difficolta di raggiungere con il camion il piano terra del cantiere trasforma tutti i lavori da me computati in lavori diasagiati .Per l'altra parte in causa invece citando il contratto nazionale dei lavoratori per lavori disagiati vanno considerati i lavori svolti sotto pioggia ,neve , in galleria nei pozzi su piani inclinati etc .in pratica se un intonachista deve intonacare un pozzo il prezzo indicato sul prezziario va aumentato e cosi via citando l'art 20 del contratto collettivo nazionale dei lavoratori In effetti ho consultato questo ccnll e all'articolo 20 all 10 vengono citati tutti questi lavori per i quali sono previsti aumenti percentuali sulle paga dei lavortori .In tal caso la presenza di questa stradina non carrabile non verrebbe ad incidere sui prezzi da me computati.Che ne pensate voi ?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
tedo
editore


Registrato: 01/08/07 23:10
Messaggi: 16
Località: teramo

MessaggioInviato: Sab Apr 02, 2011 8:48 am    Oggetto: lavori disagevoli Rispondi citando

L'equivoco riguarda i lavoratori e l'impresa. Nel senso che nel contratto nazionale dei lavoratori vengono citati i lavori che incidono sull'impegno e le condizioni per gli operai, ma se esiste una stradina percorribile, l'operaio utilizzerà maggir tempo senza, tuttavia, ricevere un proprio fastidio. Che si ripercuoterà solo sul titolare dell'impresa che vedrà una minore resa dei suoi operai.
In questo tuo caso ritengo che ci siano le condizioni per valutare i lavori con una maggiorazione sul prezzo di mercato riferibile a situazioni non eccezionali come ti trovi a verificare.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ctmax
nuovo ospite


Registrato: 14/10/08 23:09
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Sab Apr 02, 2011 10:01 am    Oggetto: Rispondi citando

Si vediamo se ho capito come la pensi tu.La presenza della stradina non trasforma i lavori in "lavori disagiati" perche comunque percorrerla non è difficoltoso o pericoloso o "usurante" ,ma cmq fa perdere piu tempo agli operai e quindi incide sui costi della ristrutturazione.E' una logica simile a quella che uso in genere per computare i costi di alcune lavorazioni Se per esempio devo computare il costo di alcune fioriere in cemento armato gettato in opera di forme ondulate o circolari applico una maggiorazone ai costi indicati sul prezziario ,perche fare una casaforma del genere immagino che il carpetiere sia uscito pazzo Wink
Grazie per il suggerimento
Altra cosa "rognosa" su questo computo è il calcolo del costo della e chiusura delle traccie degli impianti idrico ed elettrico.Sul prezziario è indicato in percentuale sui costi degli impianti.Quindi se l'impianto costa 100 ,il 30% va dato al muratore che deve aprire e chiudere le traccie.Nel mio caso dovro computre la sola chiusura.Il problema è che in sede di sopralluogo una parte ha esibito la fattura dell'impiantista e l'altra ha esibito un preventivo dell'impiantista e sono diversi.Come si puo immaginare entrambe possono essere non veritiere.Percui stavo pensando di contare il numero dei radiatori e dei punti luce e ipotizzare un tragitto per le tracce.Sul prezziario infatti ho trovato anche il computo delle tracce al mq per ogni cm di profondita .Putroppo non esistono disegni o capitolati fatti dagli impiantisti.Non vedo l'ora che questo incubo finisca Rolling Eyes
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
tedo
editore


Registrato: 01/08/07 23:10
Messaggi: 16
Località: teramo

MessaggioInviato: Sab Apr 02, 2011 4:15 pm    Oggetto: tracce Rispondi citando

Il preventivo vale poco e niente perché ognuno se lo può far scrivere a proprio uso e consumo. La fattura vale un po' di più ma tu devi valutare il lavoro aldilà di quanto possa essere stato pagato. Perciò fai una stima delle tracce basandoti sulla posizione dei radiatori. Non ti preoccupare di chi ti criticherà che ce ne saranno sempre quando si tratta di cause. L'importante è che tu operi nel giusto e secondo coscienza. Ossia non devi fare la parte di nessuno. E mi pare che tutta questa preoccupazione che hai, dimostra come ci tieni a essere obiettivo.
Io sono CTU da un po' di decenni e ti assicuro che non passa mai il timore di sbagliare, involontariamente.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> CTU Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group