utenti online
Indice del forum
Forum
sezione di
www.softwareparadiso.it
software, servizi, informazioni sull'edilizia e la casa
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 
ATTACCARE UN SACCO DA BOXE AL SOFFITTO: consiglio.

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Fai da te
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
P@po
nuovo ospite


Registrato: 09/05/07 19:11
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Mer Mag 09, 2007 10:45 pm    Oggetto: ATTACCARE UN SACCO DA BOXE AL SOFFITTO: consiglio. Rispondi citando

Salve a tutti,
non so se questa è la sezione giusta dove postare quanto segue e lascio ,a discrezione dei Mod, la possibilità di muovere il topic dove di competenza.

Il mio problema è il seguente:
abito in un appartamento di civile abitazione e vorrei appendere un sacco da boxe del peso di circa 25 Kg al soffitto (che poi non è altro che il solaio dell'appartamento del piano di sopra).

Il solaio è realizzato nella maniera classica degli edifici di civile abitazione e inoltre il palazzo non è realizzato in economia (edilizia popolare)

Avevo pensato di farmi preparare da un fabbro una piastra di ferro a doppia T , di spessore 5 mm, alle cui estremità delle ali stesse avrei fatto due fori per lato, al fine di attaccare la piastra stessa al soffitto.

Poi, un gancio saldato al centro del corpo della doppia T, mi avrebbe sorretto la catena alla cui estremità si trova il sacco.

La pistra pensavo di fissarla con viti a testa esagonale di lunghezza 120 mm e diametro 6 mm.

Dentro ai fori nel quale sarebbero alloggiate le viti avrei messo, oltre ovviamente ai tasselli, della schiuma bicomponente, al fine di rendere l'area di fissaggio delle viti ancora piu robusta.

Ora,
appare chiaro che al momento di fare i fori andrei a forare il tavellone ed è a questo punto che mi sorgono i dubbi:
una struttura così fatta mi sorreggerebbe il sacco, considerate anche le vibrazioni e oscillazioni a cui esso è soggetto quando lo si colpisce?

Ho interpellato un muratore il quale mi ha detto che il tavellone cederebbe facendo crollare tutto per terra.
Altre persone invece mi dicono che con la schiuma bicomponte e delle robuste viti mi ci potrei appendere anche con tutto il mio corpo.

Un mio amico ha adottato questo metodo fissandovi un sacco di 40 kg e non sta avendo alcun problema:
pura fortuna?
questione di tempo e gli cadrà tutto addosso?

A questo punto do la parola a voi sperando di trovare una soluzione.
Grazie ancora.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
staff
Site Admin


Registrato: 15/10/06 11:02
Messaggi: 980

MessaggioInviato: Gio Mag 10, 2007 11:54 am    Oggetto: sacco da box al soffitto Rispondi citando

Caro amico, il tuo sacco potrebbe generare sollecitazioni che le parti del solaio di cui parli non sono in grado di sostenere.
Se l'edificio è di recente costruzione potrebbe essere stato costruito con travetti precompressi e pignatte di argilla. Ossia ogni travetto viaggia a 50 cm. dall'altro e tra di loro c'è una file di pignatte (sono dei mattoni forate leggeri). Il solaio diventa rigido dalla parte opposta (dove viene calpestato sul pavimento) perchè viene realizzata una soletta in calcestruzzo, spesso anche armata con ferro, che funge da ripartitore dei carichi che vi gravano. Nell'intradosso, dalla parte del soffitto tutto ciò non esiste. La pignatta potrebbe rompersi per una sollecitazione di taglio, anzi è pericoloso sicuramente quello che vuoi fare.
Come puoi risolvere? Se si tratta di travetti precompressi e pignatte devi forare una di queste, solo per alcuni centimetri, e dopo aver rotto 'un occhio' (cioè una fila di fori) devi trovare l'ala del travetto da una parte e dall'altra. In pratica devi portare a vista i due travetti, che distano come detto mezzo metro, ed agganciare la struttura metallica del sacco su queste due ali. In questo modo caricherai la parte che sopporta pesi e non ci sarà pericolo di distacco del materiale perchè i travetti hanno anche un'armatura metallica. Per porre in opera il telaio metallico che farai lo inclinerai leggermente per farlo entrare in posizione e poi lo raddrizzerai poggiandolo sui travetti che hanno una forma a T rovescia.
Spero di essere stato chiaro.
_________________
software: www.softwareparadiso.it/catalogo.htm
----------
consulenze tecniche: www.softwareparadiso.it/studio/consulenza.htm
----------
editing manoscritti: www.softwareparadiso.it/studio/letteratura/scrittori/aiuto_prezzi.html
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
P@po
nuovo ospite


Registrato: 09/05/07 19:11
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Gio Mag 10, 2007 4:59 pm    Oggetto: Re: sacco da box al soffitto Rispondi citando

staff ha scritto:
Caro amico, il tuo sacco potrebbe generare sollecitazioni che le parti del solaio di cui parli non sono in grado di sostenere.
Se l'edificio è di recente costruzione potrebbe essere stato costruito con travetti precompressi e pignatte di argilla. Ossia ogni travetto viaggia a 50 cm. dall'altro e tra di loro c'è una file di pignatte (sono dei mattoni forate leggeri). Il solaio diventa rigido dalla parte opposta (dove viene calpestato sul pavimento) perchè viene realizzata una soletta in calcestruzzo, spesso anche armata con ferro, che funge da ripartitore dei carichi che vi gravano. Nell'intradosso, dalla parte del soffitto tutto ciò non esiste. La pignatta potrebbe rompersi per una sollecitazione di taglio, anzi è pericoloso sicuramente quello che vuoi fare.
Come puoi risolvere? Se si tratta di travetti precompressi e pignatte devi forare una di queste, solo per alcuni centimetri, e dopo aver rotto 'un occhio' (cioè una fila di fori) devi trovare l'ala del travetto da una parte e dall'altra. In pratica devi portare a vista i due travetti, che distano come detto mezzo metro, ed agganciare la struttura metallica del sacco su queste due ali. In questo modo caricherai la parte che sopporta pesi e non ci sarà pericolo di distacco del materiale perchè i travetti hanno anche un'armatura metallica. Per porre in opera il telaio metallico che farai lo inclinerai leggermente per farlo entrare in posizione e poi lo raddrizzerai poggiandolo sui travetti che hanno una forma a T rovescia.
Spero di essere stato chiaro.


sei stato molto ma molto chiaro ma a questo punto mi vengono altre due domande.

Con l'intonaco come faccio a capire dove stanno i travetti?
Quando poi foro il travetto , non c'è il pericolo che il buco cade in corrispondenza dell'armatura in ferro del travetto impedendomi di inserire la vite?
Grazie mille ancora!!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
staff
Site Admin


Registrato: 15/10/06 11:02
Messaggi: 980

MessaggioInviato: Gio Mag 10, 2007 6:40 pm    Oggetto: travetto Rispondi citando

Non devi forare assolutamente il travetto. Devi solo poggiare la tua staffa sulle ali del primo e del secondo travetto, meglio se non in corrispondenza della mezzeeria della campata, cioè meglio nei pressi della parete del vano. Per vedere dove sono i travetti è semplice. Comincia a rompere un pò di intonaco, non col trapano, dove vuoi sistemare il sacco. Se dopo un paio di centimetri senti suono di vuoto battendo col martello vuol dire che sei sotto la pignatta e puoi continuare a rompere a destra e a sinistra fino a trovare i due travetti che la contengono. Il difficile potrebbe essere capoire come sono tessuti questi travetti, cioè la loro direzione. La direzione è sempre quella che misura la minore dimensione tra due pilastri. Se non è facile vedere nemmeno questo fai così. Dopo che hai trovato una pignatta controlla i righi sul fondo della stessa: la loro direzione è anche quella dei travetti.
La staffa la puoi fissare anche, come hai detto prima, con la schiuma espandente. Per chiudere il tutto puoi fare una piastra avvitata alla staffa.
_________________
software: www.softwareparadiso.it/catalogo.htm
----------
consulenze tecniche: www.softwareparadiso.it/studio/consulenza.htm
----------
editing manoscritti: www.softwareparadiso.it/studio/letteratura/scrittori/aiuto_prezzi.html
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
P@po
nuovo ospite


Registrato: 09/05/07 19:11
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Gio Mag 10, 2007 10:07 pm    Oggetto: Re: travetto Rispondi citando

staff ha scritto:
Non devi forare assolutamente il travetto. Devi solo poggiare la tua staffa sulle ali del primo e del secondo travetto, meglio se non in corrispondenza della mezzeeria della campata, cioè meglio nei pressi della parete del vano. Per vedere dove sono i travetti è semplice. Comincia a rompere un pò di intonaco, non col trapano, dove vuoi sistemare il sacco. Se dopo un paio di centimetri senti suono di vuoto battendo col martello vuol dire che sei sotto la pignatta e puoi continuare a rompere a destra e a sinistra fino a trovare i due travetti che la contengono. Il difficile potrebbe essere capoire come sono tessuti questi travetti, cioè la loro direzione. La direzione è sempre quella che misura la minore dimensione tra due pilastri. Se non è facile vedere nemmeno questo fai così. Dopo che hai trovato una pignatta controlla i righi sul fondo della stessa: la loro direzione è anche quella dei travetti.
La staffa la puoi fissare anche, come hai detto prima, con la schiuma espandente. Per chiudere il tutto puoi fare una piastra avvitata alla staffa.


Ho capito,
ok grazie mille.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Fai da te Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group